Il Museo Magma di Roccamonfina

Il Museo Magma di Roccamonfina

Il Museo MAGMA, Museo delle Arti e del Geosito dei Monti Aurunci, è stato inaugurato il 24 luglio del 2010, con la sua prima mostra tematica: Flogisto.

Il titolo riecheggiava il nome che gli alchimisti del XVII secolo assegnarono a quel fantomatico agente naturale che avrebbe permesso, nella loro concezione del cosmo, la combustione della materia a contatto con il calore.

Combustione, fuoco, calore infatti sono gli elementi che accompagnano le attività artistiche di questo Museo, nato accanto ad un vulcano e da cui riceve energia vitale.

A settembre del 2012 diviene Museo Civico della Città di Roccamonfina.

Le collezioni del Museo MAGMA

Il Museo Magma di Roccamonfina

Il MAGMA ospita una collezione permanente d’arti figurative di proprietà dell’Associazione AREA51 di Paolo Feroce (con un’ampia e rappresentativa selezione di artisti nazionali e non); una di design ed una sezione legata al territorio ed al paesaggio.

In quest’ultima zona l’ospite trova un ampio archivio fotografico, materiali naturali, testi di ricerca e servizi multimediali per lo studio del territorio dei comuni compresi nel Parco Regionale di Roccamonfina – Foce del Garigliano.

Gli spazi

I suoi ampi spazi presentano un allestimento mobile e versatile, che consente, secondo necessità, l’utilizzo delle aree per convegni, incontri musicali (possibili anche nell’ampio parco esterno), esposizioni temporanee, etc.

E’ anche dotato di numerose salette, all’interno delle quali è possibile realizzare attività didattiche, piccole esposizioni o performance, a seconda della richiesta e del momento.

Oltre alle collezioni permanenti espone, periodicamente artisti affermati, maestri storicizzati, giovani creativi e, parallelamente, l’area geografica in cui si colloca, dichiaratamente tra le più ricche di qualità ambientali in Campania.

Il Museo MAGMA trae vantaggio dal suo posizionamento geografico e sociale: esistono mentalità e tradizioni evidentemente comuni tra le popolazioni dell’alto casertano e del basso Lazio, per cui il museo si propone come anello di congiunzione culturale tra il due territori.

Il suo slogan è, infatti, un museo per due regioni.

Maggiori informazioni sul Museo Magma di Roccamonfina sono reperibili sul sito Osservatorio Artistico.